venerdì 16 gennaio 2015

Torta con cachi persimon al profumo di cacao

Oggi sono qui per presentarvi una torta di mia creazione nata dall'esigenza di voler utilizzare della frutta che mi avevano regalato e la voglia di qualcosa di nuovo. Mi riferisco ai cachi persimon, meglio conosciuti come cachi mela. Proprio così, per chi di voi non li conoscesse si tratta di un ibrido tra i due frutti. La consistenza della mela, unita al sapore dolce e aromatico del caco. Devo ammettervi che non si tratta di un frutto che prediligo, ma all'interno della torta di oggi il profumo e l'aroma sprigionati danno l'idea di un dolce d'altri tempi. Di quelli da servire, accompagnati magari a un bel tè caldo aromatizzato alla cannella...perché no?


Ingredienti:

3 uova
10 cucchiai di zucchero
12 cucchiai di farina 00
1 cucchiaio di cacao amaro
10 cucchiai di succo di frutta (io ho utilizzato il fragola e banana)
10 cucchiai di olio di semi
Scorza di un'arancia
mezza fialetta di aroma al rum
una bustina di lievito
2 cachi persimon

Sbattete le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso e montato.
Unite la farina a cucchiaiate, il cacao, la scorza dell'arancia e continuate a montare.
Aggiungete al composto l'olio e per ultimo il lievito. Lavate, sbucciate e tagliate i cachi a cubetti. Versate la torta nello stampo, unite i cubetti di frutta precedentemente infarinati (questa tecnica vi permetterà di non vederli tutti affondare alla base della tortiera). Cuocere a 180° per 45 minuti. Gli ultimi dieci minuti coprite con un foglio di alluminio o carta forno per evitare che la superficie della torta si bruci.
Sfornate, lasciatela raffreddare e scaravoltatela sul piatto da portata.





Ed ecco a voi il risultato. Semplicemente meraviglioso.

4 commenti:

  1. ...era una vita che non scrivevi un post...
    ben tornata!
    ciò detto, sai che non ho mai assaggiato un caco?
    mi fa un po' impressione...

    RispondiElimina
  2. Forse può essere l'unico modo per convincermi a mangiare i cachi... :)

    RispondiElimina
  3. Che bella torta! cachi mela...mai sentiti...o meglio...forse sono quelli che da noi chiamiamo cachi-vaniglia?
    Comunque la segno...è un'ottima soluzione per utilizzare questi cachi (che a casa mia non prediligono!)
    Buona serata,
    Raffa

    RispondiElimina
  4. Patalice: Carissima, hai proprio ragione! Mio malgrado ho dovuto accantonare per un po' il blog anche continuando a cucinare. Spero di riprenderlo ai ritmi di un tempo. Comunque riguardo ai classici cachi, non sono frutti che adoro particolarmente,ma devo ammettere che quest'ibrido non e' per niente male...saluti!
    Paola: E' anche l'unico per quanto mi riguarda ;)
    Raffaella: Non so di che zona sei? Questi si chiamano Persimon e chi me li ha regalati mi ha detto che vengono coltivati in Spagna. Comunque non so se i tradizionali riescano a reggere la cottura senza spappolarsi. Questi riescono a mantenere la consistenza di una mela anche a fine cottura..ad ogni modo tentare non nuoce! Un abbraccio ;)

    RispondiElimina